40 razze da amare

Negli spazi di foof sono ospitate 40 razze di cani riconosciute dagli standard dalla ENCI che, con i loro cuccioli, sanno affascinare grandi e piccoli. Gli allevatori del Consorzio Allevamento del Massico e Foof lavorano per fornire ogni comfort ai cuccioli. I cani vivono in cucce refrigerate da un impianto di raffrescamento a pavimento e a nebulizzazione d’estate e termoriscaldate d’inverno. Le aree all’aperto, nelle quali possono correre sicuri, sono arredate con piante a medio fusto, piscina e attrezzi per esercizi di mobility dog. I nostri amici a 4 zampe sono costantemente accuditi dal personale qualificato e amorevole. Ogni cane è sottoposto a frequenti controlli medico veterinari e nutrito con i migliori cibi. L'orto foof a km 0 fornisce una parte degli alimenti.


foof - consapevole che la conoscenza dell’altro contribuisce al benessere di ognuno - promuove ed adotta la Carta dei diritti del Cane

L’intento è divulgare le caratteristiche e le necessità del cane come specie differente dall’uomo, per rispettarne le peculiarità, i bisogni e le unicità. Una specie a cui bisogna restituire tutta la sua eterogeneità affinchè il rapporto uomo-cane non sia ovvio e banale, per non cadere in luoghi comuni e falsi miti, per attuare consuetudini che favoriscano la buona qualità della vita del cane.

 

Art. 1 - DIRITTO ALL’ADOZIONE CONSAPEVOLE

Se sei adottato, i tuoi proprietari devono assicurarsi che vengano scelte le soluzioni più vantaggiose per te.
L’adozione deve essere una scelta responsabile e ponderata. Adottare un cane significa condividere gran parte della propria vita con lui, occupandosene e prendendosene cura.

 

Art. 2 - DIRITTO ALLA EDUCAZIONE

Hai il diritto di essere educato nel rispetto del tuo carattere e delle tue doti. I tuoi proprietari devono collaborare per allevarti e garantirti affinché tu possa crescere nel migliore dei modi.
La crescita serena e l’educazione del cane sono vincolate alle scelte del proprietario. Educarlo sin da cucciolo è un investimento sul futuro che tutti i proprietari dovrebbero affrontare. Tutti i cani sono esseri senzienti con emozioni, propensioni e doti diverse a seconda del soggetto. I proprietari devono tener conto del comportamento di base del soggetto, per non frustrarlo e demotivarlo ma intervenendo con la corretta educazione durante la crescita.

Art. 3 - DIRITTO ALLA VITA SOCIALE

Hai il diritto di vivere senza stare alla catena o da solo in giardino.
Il cane è un animale sociale e come tale ha bisogno di stare con gli altri, sia umani che non. Ha bisogno di condividere momenti ed esperienze, l’isolamento sociale e la costrizione alla catena rappresentano una forma di maltrattamento. Il cane non è un giocattolo, non va allontanato dal nucleo familiare per il sopraggiungere della senescenza o di malattie né per l’arrivo di un bambino. Un cane ben educato è il miglior compagno di giochi.

 

Art. 4 - DIRITTO ALLA PASSEGGIATA

Hai il diritto di fare delle passeggiate durante il giorno ed esplorare l’ambiente che ti circonda.
La passeggiata per il cane non è solo un momento “igienico”, piuttosto va intesa come la circostanza di esplorare, giocare, fare movimento e socializzare. Queste attività sono fondamentali, lasciarlo giocare solo in casa non può renderlo felice.

 

Art. 5 - DIRITTO AL GIOCO

Hai il diritto di giocare con persone e altri amici animali.
Per il cane il gioco è una parte tipica del repertorio di attività ed è strettamente legato all'esplorazione, così come all'apprendimento di moduli comportamentali socializzanti, difensivi o predatori. Le forme del gioco dipendono sia da schemi comportamentali innati, sia da induzioni comportamentali imitative e acquisite e legate all'ambiente. Al tempo stesso, il gioco soddisfa le esigenze fisiologiche di sviluppo dell'organismo attraverso il movimento. Attraverso il gioco il cane impara a comportarsi e a misurare i propri limiti.

Art. 6 - DIRITTO ALLA NON VIOLENZA

Nessuno deve farti del male. I tuoi proprietari devono assicurarsi che tu sia protetto da abusi, violenze e negligenze.
La crescita del cane va condotta su coordinate ludiche, di coerenza ed accoglienza, attraverso le quali si può ottenere l’apprendimento di nuove conoscenze, senza l’utilizzo di metodi coercitivi.

Art. 7 - DIRITTO ALLA SICUREZZA

Hai il diritto di vivere libero dalla paura e dal timore.
Per il cane una vita vissuta all’ombra della paura e del timore, senza poter esprimere la propria soggettività rappresenta una sofferenza indicibile su cui il proprietario ha il dovere di intervenire.

Art. 8 - DIRITTO ALLA SALUTE

Hai il diritto di godere di una buona salute. Ciò significa che i tuoi proprietari devono garantirti cure mediche e farmaci quando sei malato.
Il medico veterinario è il professionista che si occupa delle salute di un cane. Qualsiasi altro consiglio, indicazione non forniti da suddetta figura non può definirsi in scienza e coscienza del cane.

 

Art. 9 - DIRITTO AL BENESSERE

Hai il diritto di vivere da cane, senza ridicolizzazioni.

Un cane ha il diritto di vivere seguendo il suo proprio etogramma di specie. Umanizzazioni, proiezioni, reificazioni rappresentano forme di maltrattamento e ridicolizzazioni su cui il proprietario ha il dovere di intervenire.

Art. 10 - DIRITTO ALL’ALIMENTAZIONE

Hai il diritto di ricevere pasti adatti alle tue esigenze.
Il cane ha anatomia e fisiologia differenti da quelle umane. Pertanto è necessario che la dieta sia adeguata alla sua specie e calibrata alle esigenze del soggetto. Una dieta composta di avanzi o scarti dell’alimentazione umana non può definirsi appropriata, poiché molti alimenti risultano essere tossici per il cane o non bilanciati sotto il profilo nutrizionale.

 

aderisco
Umbo

1445 voti. vota!


c'è un trovatello che ti aspetta

Foof è anche rifugio per cani randagi che alloggiano in box dalle ampie dimensioni e possono correre nelle aree di sgambamento attigue. Foof si adopera per dare una famiglia ad un trovatello che, diversamente, si vedrebbe costretto a trascorrere l’intera esistenza in una gabbia che, anche se confortevole, è pur sempre una gabbia. Qualora tu decida di adottarne uno, i nostri veterinari, che danno la massima cura ad ognuno di loro e ne conoscono il carattere, ti sapranno consigliare e aiutarti a scegliere il cane a te più idoneo.

Tutti i cani ospitati vivono nel massimo comfort, con il refrigerio generato da un impianto di raffrescamento a pavimento e a nebulizzazione d’estate e a pavimento termoriscaldato d’inverno. Le aree all’aperto sono arredate con piante a medio fusto, piscina e attrezzi per esercizi.

I nostri amici a 4 zampe sono costantemente accuditi dal personale qualificato e amorevole. Ogni cane è sottoposto a frequenti controlli medico veterinari. Sono nutriti con i migliori cibi.

 

prendersi cura di un cane è gratificante

Prendere un cane con sè e donargli una casa è un gesto di amore e responsabilità ma non va preso alla leggera. Necessitano di cure veterinarie e vaccinazioni, è essenzile farli vivere e socializzare in un ambiente salubre e hanno bisogno di fare una passeggiata almeno una volta al giorno. Bisogna mantenere l'alimentazione del cane quanto più variata possibile, evitando l'alimentazione fai da te. 

E soprattutto non dimenticare mai che un cane non è un gioco e che dovrai avere tanta pazienza prima che possa entrare in sintonia con te. 

 

passeggiata a 6 zampe

Se non hai possibilità di adottare un cucciolo e portarlo con te a casa puoi fargli visita quando vuoi e  magari portarlo a spasso partecipando ad una delle passeggiate a 6 zampe. Un modo per sgranchirsi entrambi ed esplorare la campagna del massico.


 

foof è un progetto di:

associazione vivimondo

 

il museo è gestito da:

associazione vivimondo

 

 

 

 


organigramma

direttore del museo

Vito Luigi Pellegrino

 

organizzazione generale

Morena Sagliocchi

 

comitato scientifico

Giuseppe Albanese

Maria Donata Credendino

Danila D'Angelo

Umberto Guarino

 

comitato tecnico/sanitario

Maria Donata Credendino

Saverio Pennacchio

 

comitato didattico

Maria Donata Credendino

Morena Sagliocchi